La Storia

La Meridiana e la Nascita del Paese Ritrovato

La Cooperativa

Quaranta anni di storia

La Meridiana è una realtà in constante sviluppo. Nata nel 1976 come Associazione di volontariato, il gruppo integra oggi due cooperative sociali (“La Meridiana” e “La Meridiana Due”), 95 soci, 94 volontari e 320 fra dipendenti, professionisti e consulenti e un ventaglio completo di servizi rivolti agli anziani.

La filosofia della cooperativa
Sin dalla sua nascita, “La Meridiana” si è impegnata a favorire una visione della senilità in linea con i tempi, per rilanciare la persona anziana come parte attiva e valore aggiunto alla vita di comunità. Al fine di raggiungere questo obiettivo, la Cooperativa mira alla sperimentazione ed all’implementazione di servizi innovativi per promuovere una nuova solidarietà fra le generazioni e modelli originali di volontariato.

L’obiettivo
Obiettivo de “La Meridiana” è il benessere dei più anziani, prima che la cura di fragilità, disabilità e malattie. Familiari, amici e reti di comunità sono accolti come parte integrante di ogni progetto e come segno della continuità esistenziale che ogni persona desidera. In egual modo, la Cooperativa La Meridiana fa proprie le esigenze di chi, operatore o volontario, partecipa alla realizzazione dei suoi scopi, garantendo il rispetto delle norme, la tutela dei diritti, la qualità della vita e delle relazioni.

Come ha perseguito l’obiettivo
Nella sua storia la cooperativa ha gestito – e gestisce tuttora – Centri Diurni per anziani, RSA, comunità di alloggio, appartamenti protetti, centri di aggregazione per anziani e servizi di consulenza e di assistenza domiciliare. “La Meridiana” ha sempre accolto le persone come figure protagoniste della loro storia, e non come un peso di cui farsi carico.

La Nascita del Paese

Il Paese Ritrovato

Una vera e propria cittadina con vie, piazze, giardinetti, negozi, il teatro, la chiesa, la pro loco, l’orto e gli appartamenti. Un villaggio che rivoluziona il modo di intendere la cura e l’assistenza, che offre alle persone malate la possibilità di vivere in libertà e al tempo stesso di usufruire della necessaria assistenza e protezione.

Il ruolo della comunità scientifica

Un progetto innovativo con una solida base scientifica, che trova la collaborazione del Politecnico di Milano, della Fondazione Golgi Cenci e del CNR (Centro Nazionale Ricerche). Enti importanti che saranno chiamati, insieme ai progettisti della cittadina a monitorare gli effetti de Il Paese Ritrovato sulle persone malate e sulle loro famiglie.

Un’osservazione che culminerà, grazie agli esperti dell’Università LIUC di Varese, nella messa a punto di un modello di cura estendibile anche ad altre realtà territoriali. Enti autorevoli e qualificati, dunque, che collaborano e collaboreranno con la Cooperativa La Meridiana per offrire alla comunità scientifica nuovi traguardi per la cura e l’assistenza.

}

I Tempi

Tutta la struttura è stata creata in tredici mesi

I Costi

La costruzione ha richiesto un investimento di circa 10 milioni di euro

Il Paese in Italia

Il Paese Ritrovato è il Primo Paese in Italia per Malati di Alzheimer

La Raccolta Fondi

Ad oggi abbiamo raccolto 7 milioni di euro

Share This